E’ stata una giornata di grande spettacolo a dispetto della pioggia, caduta copiosa fin dalla mattina, quella vissuta alla Pista South Milano di Ottobiano in occasione degli Internazionali D’Italia Supermoto 2016. Nonostante il maltempo, l’organizzazione di Offroad Pro Racing ha formato con la professionalità di Ottobiano Motorsports un’accoppiata vincente. E se il tracciato ha tenuto alla perfezione, sia per quanto riguarda l’asfalto sia per la parte sterrata, la tabella di marcia, pur con tantissime gare in programma è stata rispettata al minuto garantendo al pubblico presente uno show perfetto.
 
In S1 prevale il tedesco Schmidt, Occhini mantiene il comando in classifica
Tenendo fede al suo titolo, la tappa tricolore di Ottobiano ha avuto un vincitore… internazionale. A prevalere, sia in gara 1 sia in gara 2, è stato il tedesco Marc Schmidt, schierato dal team Degasoline Motorsport su una TM, che ha approfittato delle difficoltà ambientali con una regolarità impressionante. Nella prima corsa ha tratto vantaggio al meglio di un “lungo” della Honda di Andrea Occhini, con il lodigiano beffato per oltre 3 secondi. La seconda gara, svolta invece con un timido sole e condizioni di pista in continuo miglioramento, ha confermato i valori in campo replicando esattamente il podio già visto nella corsa d’apertura: Schmidt, autore di uno scatto fulmineo, ha beffato tutti allo start, dominando in lungo e in largo davanti ad Occhini (Honda L30) e a Luca D’Addato. Il pilota della Yamaha del team Extreme ha così centrato un doppio podio dopo aver vinto il regionale dello scorso weekend.
 
Alti e bassi anche per via di qualche errore di troppo per tutti gli altri. Elia Sammartin (TM) ha avuto come un miglior piazzamento un quarto posto in gara 2, stesso risultato incamerato precedentemente da un aggressivo e spettacolare Max Verderosa, mentre Edgardo Borella, portacolori Honda BRT Mabomotor, ha chiuso la prima corsa sesto incappando poi in una scivolata. Giornata in salita per Lukas Hollbacher. L’austriaco ha centrato una grande doppia pole ma ha avuto nella parte in sterrato un rivale insormontabile, con due cadute iniziali ed un decimo posto. Alla fine, Occhini ha conservato la leadership del campionato italiano, mentre Riccardo Lodigiani è riuscito a prevalere in classe S2. 

A Gaspardone la gara Onroad, Matarazzo al top in campionato
La classe Onroad, disputata utilizzando solo la parte in asfalto del tracciato, ha visto la partecipazione di Max Biaggi. Il pluricampione del mondo moto, sostenuto da un tifo da stadio, ha messo in luce la sua classe cristallina. La prima corsa ha visto prevalere Carmine Matarazzo, che ha preceduto Paolo Gaspardone e Paolo Salmaso mentre Biaggi ha recuperato la quarta piazza. La seconda corsa ha invece portato in dote al romano uno scatto fulminante che l’ha visto a lungo terzo. I piloti hanno dovuto lottare anche con la terra portata in pista dalle classi precedenti: esaltate le qualità degli... equilibristi. In cattedra è salito Gaspardone, che con una gran rimonta fatta di traversi spettacolari si è issato al primo posto su Matarazzo e Marco Ricci vincendo la classifica di giornata mentre Biaggi ha perso via via terreno, chiudendo sesto alle spalle anche di Salmaso ed Alessandro Delbianco. Matarazzo ha invece mantenuto la vetta della classifica generale. Giornata da incubo per Lorenzo Monticelli che, alla guida della sua TM, è stato protagonista di un errore nella prima corsa e di una partenza non ideale in gara 2. Per lui un ottavo ed un nono posto.

Brilla la giovane Laura Hollbacher
In casa Hollbacher, ci ha pensato la giovanissima Laura ad impressionare. La diciannovenne biondissima sorellina di Lukas ha chiuso al secondo posto della classe Under 24 alle spalle del primatista del round di Ottobiano e leader di campionato Gioele Filippetti. In classe open, dominio incontrastato di Daniele Di Cicco, mentre Fabrizio Lamonarca e Roberto Scarpelli hanno rispettivamente incamerato le vittorie del Trofeo Red Moto e della SMX. Open dominata da in lungo e in largo da Daniele di Cicco, che sulla sua Honda ha aumentato ulteriormente il vantaggio sul secondo classificato Alessandro Tidda. Dopo il secondo posto della prima corsa, una scivolata ha invece fermato Giuseppe Verdelli nel pomeriggio dopo un’ottima gara 1.

Grande attenzione per la Tribuna Romboni e Marina Romoli Onlus
Come anticipato, parte della giornata sono stati anche i programmi benefici di Ottobiano. La Tribuna Doriano Romboni, i cui posti sono in vendita per supportare la famiglia dello sfortunato pilota di La Spezia, ha trovato il supporto dei piloti, mentre è stata ben rappresentata l’associazione Marina Romoli Onlus, dedicata alla raccolta fondi da dedicare alla ricerca sulle lesioni al midollo spinale.